Variante Extreme 2024

VARIANTE EXTREME

Il BREVETTO EXTREME compare per la prima volta nell’edizione 2023 – nell’anno dei pirati celebrativo della doppietta Giro-Tour di Pantani, a 25 anni di distanza – e nasce con un’idea commemorativa, ovvero rievocare una delle imprese più leggendarie del Pirata: la vittoria della tappa Grenoble – Les Deux Alpes al Tour 1998. La variante Extreme prevedeva il completamento di 189 km e 3824 metri di dislivello, i dati di quella leggendaria tappa.

L’idea rimane la stessa anche per questa edizione. Nel 2024 – l’anno degli squali, con il quale celebriamo la vittoria del Tour de France da parte di Vincenzo Nibali nel  2014 – attraverso l’Extreme commemoriamo la tappa 5 del Tour ’14, la Ypres-Arenberg Porte du Hainaut, caratterizzata dai tratti in pavé della Roubaix, nella quale Nibali, in maglia gialla, compì un vero e proprio capolavoro sportivo, attaccando nel finale, arrivando terzo e staccando addirittura specialisti delle pietre come Sagan e Cancellara. E’ una tappa simbolo di quel Tour de France.

Andando “sulle tracce del pavé”, abbiamo così pensato di inserire una salita del territorio comasco che contiene un tratto significativo, seppur molto breve, di porfido. Si tratta di BRUNATE – RIFUGIO CAO, da percorrere fino al termine della strada.

Il percorso Extreme deve quindi:

  • contenere il percorso oro
  • contenere la salita di Brunate – Rifugio CAO (che può essere inserita indifferentemente a inizio giro, fine giro o a metà – consigliabile, per chi parte da Canzo, dopo la discesa della Nesso; in questo caso il percorso è di 177 km e 4100 metri di dislivello).
  • Al di là del percorso oro e della salita di Brunate, non sono previsti chilometraggi o dislivelli minimi.

MA ATTENZIONE!

IL PERCORSO EXTREME, non è un percorso permanente del Brevetto e si potrà percorrere ESCLUSIVAMENTE dal 4/5/24 al 21/7/24, ovvero dall’inizio del Giro d’Italia alla fine del Tour de France.

Al di fuori di questa finestra temporale, il percorso extreme non verrà riconosciuto, quindi chiunque dovesse percorrerlo otterrà solamente il diploma relativo al percorso oro (vedi art. 10 del regolamento).

Il chilometraggio, il dislivello e le pendenze di Brunate sono importanti, quindi è necessaria una preparazione adeguata e un’oculata gestione delle energie nell’affrontare il percorso, con una particolare attenzione per il mese di luglio, quando il caldo sarà un fattore ulteriore.

Ai fini del triplete, il percorso Extreme vale come oro, essendone appunto una “variante”.

“Uno strepitoso, uno strepitoso Vincenzo Nibali, perchè dietro questa maschera di fango c’è il sorriso, c’è lo sguardo di un campione, di un grandissimo campione.”

(Francesco Pancani, in telecronaca RAI, all’arrivo di tappa)